IL Parlamento Canadese condanna la persecuzione dei Baha’i in Iran

icona-parliament-of-canadaAll’unanimità il Parlamento Canadese ha adottato una mozione forte che condanna la persecuzione dei Baha’i in Iran chiedendo al Governo Iraniano di liberare i Baha’i imprigionati a Teheran. La mozione, approvata il 30 Marzo dichiara che le accuse contro i Baha’i – spionaggio a favore di Israele, insulti contro le santita’ religiose e propaganda contro la Repubblica Islamica – sono accuse “frequentemente usate dalle autorita’ iraniane per colpire i difensori dei diritti umani e le minoranze religiose e non vi e’ nulla nella storia o negli insegnamenti della comunita’ Baha’i che possa condurre a tali credi o accuse.”

La mozione fu presa in esame durante un dibattimento della Camera dei Comuni che e’ durato 90 minuti. I membri del Parlamento di tutti e 4 i partiti politici del Canada hanno parlato della lunga storia di sofferenze dei Baha’i in Iran e dell’attuale “campagna di odio e incitamento” contro la comunita’ baha’i di quel paese, prendendo atto che questi attuali attacchi “costituiscono un alto numero di segnali che spesso anticipano ampie attivita’ di pulitura etnica, razziale o religiosa.”

Dichiarando che la “persistente e pervasiva” violazione dei diritti umani non solo dei Baha’i Iraniani ma ditutti i cittadini iraniani che hanno sofferto delle repressioni dalle mani di elementi estremisti di quel paese, i membri del Parlamento hanno anche espresso la loro profonda ammirazione per il popolo Iraniano e per il “grande contributo che la grande civilta’ iraniana ha dato all’umanita’.

La risoluzione cosi’ conclude:

“Pertanto e’ stabilito che questo Parlamento condanna le attuali persecuzioni della minoranza baha’i dell’Iran e chiede al Governo dell’Iran di riconsiderare le accuse contro i membri di Amici in Iran, e di liberarli immediatamente e in caso che cio’ non avvenga di procedere al processo senza ulteriore ritardi, assicurando che i procedimenti siano trasparenti ed equi e siano condotti alla presenza di osservatori internazionali.”

Sette dei baha’i imprigionati a Teheran comprendono un gruppo ad hoc che prende il nome di “Amici in Iran”, che si interessa delle necessita’ minime della comunita’ Baha’i dell’Iran forte di 300,000 membri.

I sette furono circondati arrestati e detenuti d’allora senza poter accedere ad un sostegno legale. Le accuse contro di loro sono state annunciate recentemente, ma nessun procedimento giudiziario e processo e’ stato ancora avviato. Piu’ di 30 baha’i sono attualmente in prigione in Iran a causa della loro religione.

Annunci

Tag: , , ,

2 Risposte to “IL Parlamento Canadese condanna la persecuzione dei Baha’i in Iran”

  1. Torino difende i baha’i in Iran « La Fede Baha’i in Italia Says:

    […]  importanti atti formali internazionali, quali la mozione approvata il 30 marzo 2009 dal Parlamento del Canada; […]

  2. comunicato stampa: Teheran, 18 agosto, ore 9 del mattino: il processo dei sette prigionieri bahá’í « La Fede Baha’i in Italia Says:

    […] sette prigionieri bahá’í che dovrebbero essere processati martedì prossimo sono la signora Fariba Kamalabadi, il signor […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: