Il libro della certezza

Rivelato a Baghdad nel breve spazio di due giorni e due notti, rompe finalmente i sigilli dei Testi Sacri, svelando il significato di quelle “parole nascoste e suggellate infino al tempo della fine” di cui parla il Profeta Daniele (Dan. 12:9). Nel libro Bahá’u’lláh spiega numerose allegorie del Nuovo Testamento e del Corano; proclama l’esistenza di Dio, inconoscibile e inaccessibile; asserisce che la verità religiosa è relativa e progressiva “dall’inizio che non ha inizio alla fine che non ha fine” dei tempi; afferma l’unità dei Profeti e l’identità dei loro insegnamenti spirituali; indica i requisiti fondamentali del ricercatore sincero che voglia giungere alla verità.

Scritto da Bahá’u’lláh nel 1862, originariamente come apologia della missione profetica del Suo Precursore, il Báb, il Kitáb-i-Íqan (Il Libro della Certezza) è considerato il più importante “fra gli scritti dottrinali” di Bahá’u’lláh. Infatti nel breve spazio di 178 pagine, esso tratta fondamentali temi teologici.

Download documento

Advertisements

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: