Gli Araldi dell’Aurora

E’ uno dei testi base per la conoscenza della storia della Fede Babí-Bahá’í. Scritto da Nabil, che fu per decenni accanto a Bahá’u’lláh come amanuense, narra i primi dieci drammatici anni della vicenda che ebbe come protagonisti prima il Báb e poi Bahá’u’lláh.

L’autore, di origine persiana, attinse sempre a fonti di prima mano, interrogando coloro che videro gli avvenimenti legati al nascere della Rivelazione Babí a Shiraz (1844); di molti fatti fu egli stesso protagonista o testimone. Il traduttore dell’opera dal persiano all’inglese, Shoghi Effendi, ha arricchito il volume di abbondanti note tratte da testi storici o diplomatici scritti da occidentali che erano in Persia negli anni in cui quelli eventi accadevano. E’ straordinario notare come il racconto di Nabil coincida perfettamente con quello di illustri testimoni europei, quali il conte di Gobineau, Nicolas e Lord Curzon.

Il volume, di 639 pagine, è corredato di illustrazioni che arricchiscono notevolmente l’opera dando un’idea dei luoghi della Persia legati alla narrazione. All’inizio, prima di un’ampia e chiarissima introduzione esplicativa, sono impaginati i fac-simile di alcune Tavole scritte in persiano dal Báb. Illustri studiosi occidentali hanno salutato quest’opera – fin dal suo apparire nell’edizione inglese – come un capolavoro, in quanto ci dà la possibilità, per la prima volta nella storia, di conoscere infiniti particolari del nascere e del primo svilupparsi di una religione universale.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: