L’unità delle nazioni: lotta all’arruolamento di bambini soldato

UN News Centre

IL SEGRETARIO-GENERALE ONU: “CHI IMPIEGA BAMBINI-SOLDATO VA PENALIZZATO”

L’arruolamento di bambini continua in oltre una dozzina di Paesi, riferisce Ban Ki-moon.

Bambini soldato vengono reclutati in almeno una dozzina di paesi e le Nazioni Unite dovrebbero imporre sanzioni ai responsabili, ha sollecitato il Segretario-Generale Ban Ki-moon in un rapporto al Consiglio di Sicurezza. Egli ha detto che bambini vengono impegnati in combattimento negli eserciti e in altri gruppi soprattutto in paesi africani e asiatici, inclusi Uganda e Sri Lanka. L’anno scorso l’UNICEF ha stimato che circa 250.000 bambini sono impiegati come soldati.

Il reclutamento e l’impiego di bambini in conflitti armati ha luogo in oltre una dozzina di paesi nel mondo, dichiara il Segretario-Generale Ban Ki-moon in un nuovo rapporto in cui si chiedono ulteriori misure per combatter questo flagello. Questa pratica continua in Afghanistan, Burundi, Chad, la Central African Republic (CAR), Colombia, le Filippine, la Repubblica Democratica del Congo (DRC), Myanmar, Nepal, Somalia, Sudan, Sri Lanka e Uganda, nota Ban Ki-moon nel suo ultimo rapporto su bambini e conflitti armati, che abbraccia il periodo ottobre 2006-agosto 2007.

Un aspetto positivo è costituito dal fatto che nessun caso di arruolamento infantile è stato registrato in quel periodo in Costa d’Avorio. Scrive il Segretario-Generale che le parti in conflitto hanno non soltanto cessato tali reclutamenti, ma hanno adottato misure per identificare e rilasciare i bambini a loro associati affinché intraprendano un periodo di riabilitazione. (…)

Tag: , ,

2 Risposte to “L’unità delle nazioni: lotta all’arruolamento di bambini soldato”

  1. Cristina Orsi Says:

    Ciao, sono una musicista e ho scritto insieme ad un mio compagno di viaggio una bella canzone dedicata alla tragedia dei bimbi soldato che si intitola “life deceptive” (vita ingannevole), in inglese, che e’ la mia seconda lingua. Vorrei spedirvela per farvela sentire e vorrei che servisse per poterli nel mio piccolo aiutare, ma in che modo puo’ servire una bella canzone? Vi abbraccio forte Cristina Orsi

  2. Cristina Orsi Says:

    Ciao, sono una musicista e ho scritto insieme ad un mio compagno di viaggio una bella canzone dedicata alla tragedia dei bimbi soldato che si intitola “life deceptive” (vita ingannevole), in inglese, che e’ la mia seconda lingua. Vorrei spedirvela per farvela sentire e vorrei che servisse per poterli nel mio piccolo aiutare, ma in che modo puo’ servire una bella canzone? Vi abbraccio forte Cristina Orsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: