ESATTAMENTE VENTI ANNI FA, IL 12 MARZO DEL 1988, TRAPASSAVA IL PROFESSOR ALESSANDRO BAUSANI:

Alessandro Bausani Alessandro Bausani è stato uno dei più interessanti e straordinari traduttori di Gialal al-Din Rumí, Omar Khayyam, Nizami e Mihammad Iqbal Mashi.Nel campo accademico è ricordato per la sua perfetta conoscenza di molte lingue estere: in tutto oltre una trentina, tra cui quelle più importanti del mondo occidentale (albanese e maltese) ed islamico (arabo, persiano, turco, indonesiano, urdu e pasto).

È stato artefice di una lingua artificiale: il marcusco.

Alessandro Bausani, ha insegnato lingua e letteratura persiana e lingua e letteratura indonesiana, all’Istituto Universitario Orientale di Napoli.

Successivamente è stato docente di Islamistica alla Scuola Orientale, della Facoltà di Lettere e Filosofia, dell’Università “La Sapienza” di Roma.

COSÌ IL PROFESSOR RANIERO GNOLI, DELLA SCUOLA ORIENTALE, RICORDA ALESSANDRO BAUSANI

“(…) una delle figure più straordinarie della nostra scuola fu Alessandro Bausani, che la insegnò dal 1963 al 1985. Alessandro Bausani fu uomo di una grande curiosità intellettuale per i più vari aspetti della cultura e dotato di una incredibile disposizione ad apprendere le lingue ed a parlarle con singolare scioltezza. I suoi interessi furono soprattutto religiosi. La sua traduzione del Corano è di gran lunga la migliore apparsa in lingua italiana. All’Islam, anche a quello moderno, soprattutto indiano, si avvicinò con una partecipazione e simpatia sconosciute a molti studiosi occidentali, e ben nota è la sua traduzione del poeta Iqbal.

Come sovente accade per i grandi amori non gli furono risparmiate, proprio dalla parte dell’Islam, delusioni ed amarezze. Alessandro Bausani era di Fede Bahá’í, la cui persecuzione, cominciata già ai tempi dei Qajar, si inasprì sotto il regime degli Ayatollah, tanto che non poté più tornare nella Persia che tanto amava.

Bausani fu anche studioso di astronomia ed astrologia e matematico eccellente, si da essere prescelto, in un esame di matematica, come membro della commissione. Alessandro Bausani, per ragioni egoistiche (ma ovviamente non solo per quelle) è uno degli amici di cui più rimpiango la morte e ogni volta che mi trovo davanti ad un problema specialmente difficile mi dico: Se ci fosse ancora Bausani! (…)”.

LA CASA UNIVERSALE DI GIUSTIZIA COSÌ COMMEMORÒ LA SCOMPARSA DEL PROFESSOR ALESSANDRO BAUSANI, NEL 1988

15 marzo 1988

All’Assemblea Spirituale Nazionale dei Bahá’í d’Italia

Profondamente rattristati scomparsa professor Alessandro Bausani stop Sua morte priva comunità mondiale Bahá’í uno suoi pochi eminenti studiosi internazionali et amici italiani uno loro più illustri credenti stop Lunghi anni incrollabili servizi membro Assemblea Spirituale Nazionale arricchiti riconoscimenti accademici generosamente usati servire Causa dandole autorità et prestigio mondo cultura assicurano grande onore annali Fede et permanente amorevole ricordo comunità italiana stop Porgete sentite condoglianze parenti amici et assicurazione preghiere Sacra Soglia progresso sua anima Regno Abhá stop

COSÌ, INVECE, SHOGHI EFFENDI ESALTÒ LE QUALITÀ INTELLETTUALI DI ALESSANDRO BAUSANI AL MOMENTO DELLA SUA ACCETTAZIONE DELLA FEDE

8 agosto 1950

(…) La Causa adesso ha messo senz’altro radici profonde in Italia e, ne è certo, un grande futuro la attende.

La conversione del professor Bausani è un avvenimento di grande importanza. Persone di grande calibro e capacità intellettuali sono necessarie dovunque nella Fede. (…)

Con affetto bahá’í,

R. Rabbani

COSÌ L’ASSEMBLEA SPIRITUALE NAZIONALE DEI BAHÁ’Í D’ITALIA RICORDA OGGI LA FIGURA DI ALESSANDRO BAUSANI, A VENTI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA

“Il 12 marzo 2008 è il ventesimo anniversario della scomparsa di Alessandro Bausani (29 maggio 1921-12 marzo 1988). I suoi servizi alla Fede sono stati moltissimi. Entrato a far parte della comunità bahá’í nel 1950, fu membro prima dell’Assemblea Spirituale Nazionale Italo svizzera, dal 1953 al 1961, e poi dal 1961 al 1984 dell’Assemblea Spirituale Nazionale italiana. Profuse le sue energie per la diffusione della conoscenza della Fede tenendo numerosissime conferenze in tutta Italia e all’estero e scrivendo numerosi saggi e articoli che non furono pubblicati solo da editori bahá’í ma anche da istituzioni accademiche in Italia e all’estero. Fu direttore di Opinioni bahá’í dal 1979 fino alla morte.

(…) Nel ricordare il ventennale della sua scomparsa, l’Assemblea Spirituale Nazionale dei Bahá’í d’Italia annuncia che presto pubblicherà la seconda edizione dei suoi Saggi sulla Fede bahá’í e una sua breve biografia. (…)”.

La biografia in questione è stata scritta dallo studioso bahá’í, Julio Savi che ha messo a punto un minuzioso e scientificamente ben articolato documento storico e conoscitivo sul professor Alessandro Bausani, che sarà disponibile in occasione della Fiera Internazionale del Libro, in programma al Lingotto Fiere di Torino, dall’8 al 12 di maggio.

Per uno strano scherzo del destino il 12 marzo del 2003 (lo stesso giorno, ma quindici anni dopo) è trapassata Elsa Scola Bausani: l’indimenticabile consorte del professor Alessandro Bausani.

Ad ambedue il nostro commosso omaggio.

vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Alessandro_Bausani

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: